Belluno

Belluno

Belluno, capoluogo della più settentrionale tra le province venete, è un ottimo punto di partenza per gli amanti delle escursioni in montagna e dello sci.

Belluno è una città di modeste dimensioni, che sa però offrire diverse attrazioni al turista, che intenda farla meta di una visita: in particolare Belluno potrà rappresentare un’ottica occasione di ristoro da alternare agli impegni sciistici sulle meravigliose piste, che attorniano il comune.

Belluno rappresenta sicuramente una meta molto interessante per chi vuole sciare in Veneto.

Le origini di Belluno si fanno risalire all’età preistorica, testimoniate dai resti degli insediamenti pre-indoeuropei rinvenuti nelle località vicine.

Nel I secolo a.C., alla fiorente civiltà paleoveneta, dalla cui cultura derivano le peculiarità linguistiche ancora oggi avvertibili nella parlata locale, si sostituì la dominazione romana, che istituì il municipium di Belluno in posizione difensiva privilegiata, caratterizzata dalla confluenza del fiume Piave e del torrente Ardo.

Cosa visitare a Belluno

Al periodo medievale si legano alcune delle testimonianze storico-artistiche più insigni della città, come la Basilica Cattedrale di San Martino, affiancata dal campanile settecentesco di Filippo Juvarra, o la Chiesa di San Pietro, realizzata tra il XIII e il XIV secolo, che conserva al suo interno importanti opere di Andrea Brustolon, considerato il “Michelangelo del legno”, e dello Schiavone.

Risalgono invece al periodo di dominazione veneziana il Palazzo dei Rettori, probabilmente progettato dall’architetto fiorentino Lorenzo Ghiberti, e il Palazzo Crepadona, la residenza nobiliare di Niccolò Crepadoni, che conserva al pianterreno il sarcofago dell’antico re di Roma Tullio Ostilio: sempre entro la seconda metà del Quattrocento si colloca l’erezione della Chiesa di Santo Stefano, con portone bronzeo di Dante Moro ed all’interno tele della scuola di Tiziano Vecellio.

Un soggiorno a Belluno si completa con la visita del Teatro Comunale, realizzato su disegno di Giuseppe Segusini in pieno stile neoclassico, ed il locale Museo Civico, che conserva opere di Jacopo da Montagnana, Bartolomeo Montagna, Palma il Giovane e Sebastiano Ricci, oltre che la più ampia collezione italiana del pittore e patriota ottocesteco Ippolito Caffi, originario proprio di Belluno.

Dopo aver goduto di una merenda ristorativa presso uno dei tanti caffè di Belluno con vista panoramica sulla città, si potrà quindi proseguire verso la vicina località di Nevegal, che offre diverse proposte escursionistiche durante il periodo estivo, ma è celebre soprattutto per la qualità degli impianti sciistici presenti, adatti per sportivi già esperti ma anche per principianti.

Mappa per visitare Belluno

icon-car.png
belluno

Caricamento delle mappe in corso - restare in attesa...

belluno 46.142463, 12.216709